Analizzare le Opzioni con le Greche

Per tradare le Opzioni non è sempre necessario avere a disposizione piattaforme ultra-sofisticate che modellano ogni possibile scenario e ti permettono di fare variare singoli fattori per vedere cosa succede.

Soprattutto all'inizio, avere una piattaforma in cui andare a simulare cosa succede alla strategia che stiamo analizzando, variando la Volatilità Implicita, magari su ogni singola scadenza, o il prezzo del Sottostante, o semplicemente far passare il tempo e proiettare sul grafico del titolo i breakeven della strategia, è qualcosa che può semplificare molto la fase iniziale in cui si approcciano questi strumenti "NON lineari", e quindi meno "immediati" delle azioni o dei futures.

...ma questa fase in cui si tende a "muovere" ogni fattore possibile per "vedere cosa succede" al profit/loss graph della strategia dovrebbe presto lasciare spazio alla consapevolezza della importanza di conoscere questi strumenti, le Opzioni, in profondità... un pò come un pilota che, per guidare meglio la propria auto, decida di interessarsi di aspetti legati alla meccanica e al funzionamento del motore, o degli ammortizzatori della propria vettura. Tutti abbiamo preso la patente di guida, ma quanti incidenti si potrebbero evitare se solo conoscessimo meglio il mezzo che stiamo guidando, come reagisce quando freniamo su un asfalto bagnato o quando prendiamo una curva un pò troppo forte...

Che una strategia di Calendar Spread possa beneficiare di un generale aumento della Volitilità Implicita è cosa nota (la gamba comprata, ATM, così come quella venduta, scade più lontano ed è più sensibile alle fluttuazioni della Volatilità Implicita rispetto alle opzioni che scadono più vicine)... ...ma sappiamo anche si possono formare Skew di Volatilità (quindi il fatto che la IV della gamba venduta salga, automaticamente non mi garantisce che salga anche la IV di quella comprata, che invece è ciò che manda rapidamente in guadagno la strategia).

Allo stesso modo, negoziare semplicemente Opzioni "secche"(comprare Call, ad esempio) non è qualcosa di così immediato e semplice, ma anzi è una delle strategie più "difficili" a dispetto di chi inizia a operare con le Opzioni, sedotto dal profilo "rischio limitato/guadagno illimitato".

La difficoltà deriva dalla necessità di conoscere cosa succede al Delta della mia Opzione (la sua sensibilità al variare del sottostante, ovvero di quanto dollari varia il premio se si muove di 1 dollaro il sottostante) non tanto al variare del sottostante (sappiamo che me lo dice il Gamma, positivo, di questa strategia) ma, ad esempio, al passaggio del tempo o al variare della Volatilità Implicita.

...ebbene si... il Delta varia anche se, paradossalmente, lasciassimo inalterato ("congelato") il valore del sottostante... varia al passare del tempo, o al variare della Volatilità Implicita, quindi al variare di fattori che determinano il premio, che NON BASTA controllare con le rispettive greche (Theta e Vega)... questa è un tipo di analisi di sensitività non più statica, ma DINAMICA.

...e per effettuare questo tipo di analisi, che riflette ciò che succede nel mondo reale, dato che non posso immaginare di far variare un fattore alla volta e pretendere che nel frattempo tutto il resto stia fermo, su una piattaforma come quella di Think Or Swim (che è quanto di meglio ci sia oggi per analizzare strategie con le Opzioni), è necessario NON solo conoscere bene la piattaforma, MA soprattutto SAPERE COSA SI STA FACENDO... quindi sapere, ad esempio, che il Delta varia al passaggio del tempo ed al variare della Volatilità Implicita, e quindi chiedere alla piattaforma di simularmi un simile scenario e QUANTIFICARMI la mia esposizione.

...perchè la piattaforma serve a questo: a QUANTIFICARMI una esposizione a un certo rischio, e non a sostituirsi a me... la piattaforma NON mi dice quali analisi effettuare, MA effettua le analisi ce gli dico io... ecco perchè una perfetta conoscenza delle Greche è ciò che mi permette di usare meglio la piattaforma e soprattutto di essere un Trader più efficace...

Quando ho cominciato a negoziare Opzioni l'ho fatto senza questa consapevolezza alle spalle, e capitava spesso che non capissi perchè qualcosa era andato storto...avevo fatto tutte le simulazioni, ma qualcosa di "diverso" era accaduto che non era stato previsto dalla piattaforma su cui avevo simulato questi scenari. E' da lì che capisci che c'è qualcosa che "manca", e questo "qualcosa" io l'ho trovato solo quando ho iniziato conoscere in profondità questi strumenti, partendo proprio dalle Greche.

...quindi non si perde più e non si commettono più errori? CERTO CHE NO! ... ma adesso gli errori, che tutt'ora commetto (sono un essere umano...) li posso controllare... e su ognuno riesco ad andare alla radice e a CAPIRE perchè qualcosa non ha funzionato, per evitare di ripetere lo stesso errore.

a presto!

Luca Giusti