Portafogli filtrati sulla Volatilità Implicita

Regolarità: più passano gli anni e aumentano le "cicatrici", e più mi rendo conto di quanto molti trader sottovalutino questo concetto. E' difficile riuscire a seguire un sistema molto profittevole, e vedere "ballare" l'account di un 20-30%, così come continuare a seguirlo per un semestre prima di vedere un nuovo massimo sull'equity... Accanirsi sullle regole e sui filtri alla base di un singolo sistema, per tirare fuori l'equity più regolare possibile, porta spesso ad overfittare il sistema e a minarne la profittabilità. Affiancando sistemi semplici e robusti, all'interno di un Portafoglio ben congeniato, permette di arrivare allo stesso risultato "regolare" senza cadere nella trappola della sovraottimizzazione (puoi approndire meglio cosa intendo, quano parlo di "Portafogli ben congeniati" in questa giornata di formazione dedicata solo ai Portafogli di Trading System - leggi il programma dettagliato).

Concentriamoci, in questo articolo, su un unico Trading System, di tipo reversal, che gira Long/Short (simmetrico) su un paniere di 52 Azioni del mercato Americano (quindi non su un Portafoglio multimarket, multisystem e multitimeframe); si tratta di uno dei sistemi che metto a disposizione nel corso Trading Meccanico con Azioni+Opzioni (in programma anche il prossimo 18 Ottobre) e che invia anche dei Segnali Operativi ormai da Ottobre 2013 (quest'ultimo periodo di segnali real time è stato colorato in giallo).

Si è trattato, tutto sommato, di un periodo abbastanza "tranquillo" in termini di drawdown, ma quando si osserva l'equity indietro di qualche anno (per essere sempre preparati al peggio), non si possono ignorare due momenti particolarmente difficili nella vita di questo sistema (piuttosto evidenti sul grafico)... la domanda che dovremmo porci oggi è: saremmo in grado di continuare a seguire il sistema dopo un drawdown di 3.837 usd?

Le metriche del sistema sono ottime, e si tratta pur sempre di un drawdown manifestatosi molto velocemente ed altrettanto velocemente recuperato, che sui 5 anni presi in esame avrebbe pesato per meno dell'8% del profitto finale conseguito... ma non so quanti sarebbero riusciti a continuare a dare fiducia al sistema in un momento come quello...

E' possibile ridurre questo drawdown? La soluzione di un problema passa dalla sua comprensione: partiamo da qui...

 PORTAFOGLIO ORIGINALE

Abbiamo a che fare con lo stesso trading system che gira su un paniere di una cinquantina di azioni: pur trattandosi di azioni appartenenti a settori diversi, si tratta pur sempre di strumenti positivamente correlati, specie quando si assiste a momenti di panic selling e tutte le azioni, dalle più difensive alle più speculative, crollano nella stessa maniera. Se sono long su un'azione e il mercato gira, alla peggio scatta uno stop loss... ma è ben diverso ritrovarsi, nel bel mezzo di un crash o di una violenta correzione, esposti su un portafoglio rialzista con più posizioni long in essere, e che incrementa nuove posizioni Long in un mercato che continua a scendere...

Iniziamo, allora, a verificare questa idea, chiedendoci se sia il lato Long (come stiamo ipotizzando) o il lato Short del sistema a causare il problema. 

 PORTAFOGLIO ORIGINALE SOLO LONG

...la caduta verticale dell'estate 2011 (ed in tono minore, anche quella dell'estate 2012) credo che parli da sè... cerchiamo allora una soluzione che non sia un semplice invito a chiudere i portafogli in estate e ad andare in vacanza :-), ma un meccanismo di inibizione del sistema in queste fasi di panic selling che eviti un incremento dell'esposizione rialzista su un ribasso di cui è difficile prevedere la portata... ma prima diamo un'occhiata al lato Short del sistema:

 

 PORTAFOGLIO ORIGINALE SOLO SHORT

Nonostante il sistema sia simmetrico long/short (con lo stesso setup di ingresso, ribaltato), il lato short produce 1/3 delle operazioni del lato long, ma sappiamo che i mercati azionari scendono in maniera differente da come salgono... il risultato, soprattutto nella secondà metà del 2011, giustifica comunque un utilizzo anche del lato short (anche se un possibile sviluppo potrebbe proprio riguardare un adattamento del setup di ingresso per tenere conto della differente natura di un mercato che scende).

Vediamo ora come cambia il lato Long, responsabile di quei 3.800 usd di max drawdown, con l'aggiunta di un filtro che inibisce l'apertura di posizioni long alle prime avvisaglie di panic selling... La Volatilità Implicita è un ottimo indicatore per isolare queste fasi di mercato in cui controllare l'esposizione long del portafoglio. 

 PORTAFOGLIO SOLO LONG CON FILTRO VOLATILITA' 

Il drawdown del solo lato Long scende da 3.800 usd a 2.000 usd (quasi dimezzato!), ma ciò che stupisce è che il Net Profit è rimasto praricamente invariato portando il rapporto fra Net Profit/Drawdown (su questi 5 anni) da 12 a 22. Perdiamo circa un 10% delle operazioni (151) ma sembra che si tratti proprio di quelle che valeva la pena perdere... :-)

Il crollo dell'equity dell'estate 2011 è stato completamente ridimensionato, anche se resta quello (meno profondo) dell'estate 2012.

Applichiamo lo stesso filtro sul portafoglio delle sole operazioni short...

 PORTAFOGLIO SOLO SHORT CON FILTRO VOLATILITA' 

Anche in questo caso il risultato migliora sensibilmente: net profit in linea con il precedente, ma realizzato con metà delle operazioni.

Ed infine, il Portafoglio Long e Short filtrato: rispetto alla versione orginale (senza questo filtro) il max drawdown è sceso da 3800 usd a 2130 usd, il Net Profit è sceso da 48900 usd a 47100 usd (-1800 usd) ed il rapporto fra Net Profit/Max Drawdown sale da 14.8 a 27.5).

 PORTAFOGLIO CON FILTRO VOLATILITA' 

...oggi è il 30 settembre e chiudiamo il mese sul Portafoglio Azionario dei Segnali Operativi con la versione originale del sistema: da domani (1 ottobre) si parte con questa nuova versione filtrata...

Questo Trading System Reversal viene messo a disposizione (con codice aperto) nela giornata di corso Trading Meccanico con Azioni+Opzioni (insieme all'elenco dei sottostanti su cui farlo girare): è piuttosto semplice da seguire anche manualmente e senza la nacessità di piattaforme particolari (dato che si basa su ordini inseriti in piattaforma a fine giornata, e su setup che potete isolare su qualche piattaforma), ma è anche possibile automatizzarne l'esecuzione. Questa giornata non è solo dedicata alla presentazione di due sistemi (questo, reversal, ed un altro breakout che opera su un paniere più ristretto) ma anche a mostrarvi come poterne seguire i segnali impegando le Opzioni invece del sottostante azionarioLa prossima data in calendario è sabato 18 Ottobre (il giorno prima dell'altra giornata dedicata alle Opzioni, ma questa volta su Futures, con gli Short Strangle con Difesa Meccanica... c'è anche una promozione per la partecipazione ad entrambe le giornate).

Alcune settimane fa abbiamo iniziato a parlare (con il Portafoglio G.a.n.d.a.l.f.) di sistemi studiati per effettuare coperture di un portafoglio: uno di questi sistemi è già attivo nell'ambito di questo servizio segnali curato dall'amico Giovanni Trombetta, e ne abbiamo già parlato in dettaglio in questo articolo. Per questo portafoglio ho pensato, invece, ad un differente sistema di copertura, questa volta più lento del precedente e con una esposizione fissa (e non dinamica, in funzione dell'esposizione long del portafoglio)... questo è il risultato:

PORTAFOGLIO CON FILTRO VOLATILITA' E COPERTURA

Con questo accorgimento, il Net Profit di incrementa di 5000 usd circa, ovvero il guadagno generato in questo periodo dal sistema di copertura, che non perde soldi, ma produce un'equity non proprio "desiderabile" se considerata da sola (qui sotto)... ma che all'interno del portafoglio va a ridurne ancora il Max Drawdown a 1.919 usd (estate 2012) con un rapporto Net Profit/Max Drawdown che da 27.5 sale a 34.7.

Il sistema di copertura non è chiaramente pensato se non per questo scopo, ed opera su un derivato della volatilità implicita. La Volatilità è, infatti, anche un asset tradabile, con Future, Opzioni ed ETN, secondo logiche direzionali e non direzionali (Spread), e con risultati molto interessanti (soprattutto se affiancati, in un portafoglio, ad altre operatività più tradizionali): è con piacere che vi presento il corso Trading Meccanico sul VIX (nella sua prima edizione del prossimo 15 Novembre) dedicato esclusivamente a questo, con una decina di trading system (sempre con codice aperto) che vi metterò a disposizione per fare trading sulla volatilità... potete esaminarne il programma dettagliato, in questa pagina.

Buon Trading!