Sistemi di Controllo dell'Equity: alcuni esempi...

Davanti ad un'equity del genere a chi verrebbe in mente che questo sistema possa, da un momento all'altro, smettere di funzionare?

Fig.1: esempio di sistema genetico sul titolo NKE.


...ed invece, come tutti i sistemi, anche pattern di prezzo come questo (che nello specifico stiamo tradando dalla primavera del 2102)  sono destinati, prima o poi, a smettere di funzionare. Così accade che un pattern, inizialmente estremamente profittevole sul mercato, inizi a performare peggio fino anche a perdere del denaro per periodi di tempo consistenti.

Cosa fare dunque?

Uno dei dilemmi più annosi e controversi nel mondo del trading... Una delle soluzioni possibili è quella di utilizzare sistemi di controllo sull'equity del singolo sistema. Si tratta in sostanza di applicare un secondo sistema di trading che operi sulla curva dei profitti del sistema originario. Quello che si desidera è escludere il più possibile le aree di ritracciamento (draw down) della curva originaria e di non perdere le aree di salita (run up). L'effetto secondario più evidente che deriva dall'applicazione di tali sistemi è la diminuzione del numero di operazioni (che si declina in un ridotto impatto commissionale) e in una conseguente riduzione del "time at market". Questo secondo aspetto è decisamente desiderabile, non solo perché riduciamo il rischio di applicazione del singolo sistema, ma anche perché ci da la possibilità di sfruttare su altre operatività il denaro che, viceversa, risulterebbe vincolato, consentendo di sfruttare anche strategie di "overbooking" (fruizione di un numero di sistemi superiore alla propria disponibilità finanziaria, tenendo conto della non simultaneità degli stessi).

Approfondiamo questa tematica in un corso ad essa dedicata: "Trading Systems & Equity Control" dove mettiamo a disposizione dei partecipanti numerosi sistemi di controllo dell'equity basati su logiche:

1) a Inibizione dell'Equity basate su criteri Statici

2) a Inibizione dell'Equity basate su criteri a Finestra Scorrevole

3) a Inibizione dell'Equity basate su criteri Tecnici

4) a Inibizione dell'Equity basate su criteri Compositi

5) di Positioning (position sizing sull'equity line)

6) di tipo Rotazionale sul Portafoglio

...una giornata molto operativa, quindi, passando dalla piattaforma (Tradestation) ad Excel per ritornare sulla piattaforma, con numerosi workspace già pronti all'uso e fogli di excel su cui andare ad effettuare dei semplici copia-incolla per vedere in azione uno dei sistemi di controllo elencati poc'anzi.

...ed una piacevole sorpresa: per iniziare fin da subito a mettere in pratica queste tecniche, abbiamo deciso di mettervi a disposizione una decina di trading systems basati su pattern di prezzo (con codice aperto) per crearvi fin da subito un vostro Portafoglio di sistemi da monitorare... ed iniziamo proprio a vedere da vicino qualcuno di questi sistemi...e vediamo alcuni esempi.

Di seguito vediamo un pattern genetico (sviluppato con una procedura simile a quella che ci ha portato al pattern su NKE, e che potete approfondire in fondo all'articolo) sul titolo FIAT (mercato italiano), caratterizzato da un periodo “In Sample” (periodo di addestramento) dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 e di un periodo Out of Sample (zona del grafico di cui la macchina non abbia informazioni, su cui testare la robustezza del pattern in denaro reale) con principio il 1 gennaio 2011.

Fig.2: esempio di sistema genetico sul titolo FIAT.


Ma cosa sarebbe accaduto se avessimo tradato tale sistema anche prima del 2000, di fatto in un secondo periodo buio per la macchina?

Fig.3: applicazione del medesimo pattern dal 1990 ad oggi.


Pur non andando in “avaria”, il sistema avrebbe mostrato risultati altalenanti, facendoci perdere del tempo se non del denaro. Vediamo un primo esempio di applicazione di un sistema di controllo dell’equity con lo scopo di smussare gli effetti negativi sull’equity line originaria.

Fig.4: esempio sistema di controllo dell’equity su FIAT.

 

Come si può osservare in figura 4, le performance nominali rimangono pressochè invariate, ma si riduce il draw down massimo, unitamente al time at market. Per quasi due anni a cavallo del 1996 il sistema viene inibito consentendo di utilizzare il capitale altrove.

Vediamo un secondo pattern da controllare. Trasferiamoci questa volta sull’ ETF IWM legato all’indice Russell 2000.

Fig.5: pattern genetico su IWM.

 

I riferimenti temporali di In Sample ed Out of Sample sono i medesimi. Si nota una certa regolarità di andamento e pendenza ed il draw down non risulta particolarmente pronunciato. Un buon sistema di controllo dovrebbe limitare gli interventi su equity di questo tipo per non intaccare le performance già buone.

Fig.6: sistema di controllo su equity di IWM.

 

Il sistema di controllo EQC12 esegue un controllo della curva di equity, ma non trovando elementi di criticità non va ad intervenire sulla curva. Decisamente quello che cercavamo.

Abbiamo visto un titolo italiano ed un ETF americano. Proviamo ora a gestire sistemi su titoli USA. Iniziamo da UTX.

Fig.7: pattern genetico su UTX.

 

Per ben 3 anni, dal 2003 al 2006 il sistema genera operazioni ma non guadagna nulla. Proviamo ad applicare un sistema di controllo generico, in questo caso EQC3.

 

Fig.8: sistema di controllo su equity di UTX.

Il profitto si è ridotto di 20000 $, ma il beneficio è evidente. Il sistema, infatti, permette di allocare altrove il denaro che sarebbe stato viceversa immobilizzato nel triennio suddetto.

Vediamo infine le performance di un ultimo pattern genetico sul titolo americano AXP.

Fig.9: pattern genetico su AXP.


Il profilo dell’equity è particolare, opera delle accelerazioni importanti con l’aumento della volatilità e alterna fasi di plateau piuttosto prolungate che immobilizzano il nostro capitale.

Fig.10: controllo equity su AXP.


Applicando il sistema EQC8 si vede come il numero delle operazioni si sia ridotto in modo consistente e come la dinamica rialzista della curva di equity non sia stata compromessa in alcun modo.

Riassumendo i pattern genetici sono una incredibile opportunità di design di nuovi sistemi di trading sui principali mercati e su tutti i time frame, ciononostante nessun sistema, per quanto sofisticato e complesso, può avere l’ambizione di durare in eterno. Una delle metodologie che ci vengono in soccorso è quella di applicare dei sistemi meccanici alla stessa curva di equity del sistema originario, che cerchi di attutire i difetti della stessa. L’effetto più immediato di tale intervento sarà una generale diminuzione del draw down massimo e del time at market. La flessione comune sul net profit totale può essere vista come il pagamento di un premio di assicurazione.


Il 22 giugno sarò fra i relatori di un corso decisamente innovativo, che per la prima volta affronterà la tematica dei sistemi di Controllo dell'Equity, fornendo non solo molteplici sistemi di controllo ma anche una decina di pattern genetici (Trading Systems) tuttora funzionanti sui mercati, oltre a fornire ai partecipanti gli strumenti per gestire in autonomia tali sistemi e le logiche con cui crearne di nuovi.

Giovanni Trombetta (Gandalf Project)

 

Gandalf Project

Gandalf Project si occupa dell'ideazione, dello sviluppo e della manutenzione di sistemi di trading automatizzati di matrice genetica. Quando si parla di pattern genetici o più in generale di programmazione genetica applicata al trading si fa esplicito riferimento a quella branca dell'intelligenza artificiale che ha lo scopo di determinare inefficienze statistiche da sfruttare sui mercati. L'elemento differenziante è il processo di apprendimento che avviene in modo evoluzionistico. La macchina genera una prima popolazione di investitori virtuali, ognuno dei quali sia contraddistinto da regole di compravendita personalizzate (DNA). Tali investitori sono successivamente messi alla prova del mercato su una specifica serie storica dei prezzi o su un insieme di strumenti differenti (paniere). Al termine di tale processo vengono "salvati" gli investitori che fanno registrare le migliori performance sul mercato e vengono eliminati tutti gli altri. A questo punto viene generato un numero di nuovi investitori sufficiente a ripopolare il medesimo numero degli investitori di partenza. Ed è proprio all'interno della procedura di rigenerazione che si prendono in prestito dal mondo della biologia i processi di “crossover” e “mutazione” con tutte le loro varianti. Iterando tale procedura per un numero consistente di generazioni si procederà verso una soluzione via via più efficiente e remunerativa sul mercato. I pattern di prezzo così ottenuti verranno poi sgrossati con ulteriori criteri di valutazione, per capire se siano unicamente figli del rumore randomico presente sui prezzi o se siano invece reali e sfruttabili inefficienze di mercato. Per approfondire questo tipo di operatività, puoi visitare il sito del progetto www.gandalfproject.com

Il Corso NON è in Calendario? 

Ti apriamo SUBITO la REGISTRAZIONE dell'ultima edizione (e ti inviamo le Strategie) in attesa della prossima data, che potrai seguire in sala, oppure collegato a distanza in streaming (la Rifrequenza è SEMPRE Gratis)

 ECCO COME FACCIAMO FORMAZIONE IN QTLAB

 

Backtest Strategie in Opzioni

 

...in libreria!

VideoCorsi

Video Pillole di Analisi del Mercato o di una specifica Operatività, ma anche Video Didattici sull'utilizzo delle Piattaforme di Trading...
VideoCorsi

Articoli

Il commento ad una Operazione, l'Analisi di una Strategia, o semplicemente la descrizione di una Tecnica... questo ed altro nella sezione Articoli.
Leggi gli Articoli

 

Downloads

Materiali Didattici, le Slide proiettate ai Seminari, codici di Trading Systems, Reports e Software: a tua disposizione!
Downloads



Login

Diventa Trader!

Il Trading è una professione come tante: si può imparare, richiede impegno, ma prima di ogni cosa, un Metodo, che può essere appreso attraverso la frequenza ad un corso...
Percorso in aula

 

... osservando un Trader e affiancandolo nella sua operatività (Coaching Individuale)... 
Coaching 101

 

... o seguendo l'operatività di Trader più esperti attraverso dei Segnali Operativi inviati real time... 
Segnali Operativi

WebinarJam Get your FREE trial now

QT Lab Community

Il Trading può essere un gioco di squadra: lo diciamo per esperienza... perchè da anni i nostri Trader interagiscono in questa Community, analizzano insieme operazioni, e condividono idee e metodologie. Vuoi farne parte? Basta registrarsi...
Entra in Community

 

Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando questo sito e continuando nella navigazione si intende accettata la Privacy & Cookie Policy. Puoi bloccare in ogni momento questa raccolta di informazioni seguendo le istruzioni per configurare il tuo browser, contenute nella suddetta pagina. 

Quantitative Trading LAB di Luca Giusti - e-mail: info@qtlab.ch Tutti i diritti sono riservati. tel: 0041 44 586 68 57

Questo sito Web non è rivolto a persone giuridiche o fisiche appartenenti a giurisdizioni in cui, in virtù della nazionalità, della tipologia di persona, del proprio domicilio o residenza, della sede sociale o per qualsiasi altro motivo, l’accesso allo stesso, la relativa consultazione, la disponibilità, la pubblicazione, come pure la presentazione di servizi finanziari o la commercializzazione di determinati prodotti finanziari dovesse essere vietata o soggetta a restrizioni. Alle persone cui si applicano tali restrizioni è conseguentemente vietato accedere a questo sito internet. Le informazioni e le opinioni contenute nelle pagine del sito internet e nel materiale in esso contenuto non costituiscono in nessun caso un invito, un’offerta, una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita, una richiesta o una sottoscrizione di titoli o strumenti finanziari, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un’esortazione ad effettuare transazioni di alcun genere. Il contenuto del sito internet è stato allestito con la maggiore cura e diligenza possibile. Tuttavia non si fornisce alcuna garanzia circa la correttezza, l’esattezza, la completezza, l’affidabilità o l’attualità dei contenuti proposti. I dati storici relativi ai rendimenti e agli scenari sui mercati finanziari, le prestazioni passate, effettive o indicate da test storici o strategie, non sono garanzia di analoghi risultati futuri. Facendo trading si possono sostenere perdite superiori al proprio investimento iniziale: non si dovrebbe investire o rischiare denari che non si si può permettere di perdere.Per ulteriori dettagli, si prega di leggere le "Condizioni di Utilizzo" nel menù verticale in alto a sinistra. In nessuna circostanza – ivi compresa la negligenza – la nostra società può essere considerata responsabile per perdite e/o danni di qualsiasi natura – sia che si tratti di danni diretti, indiretti oppure consequenziali – derivanti dall’accesso agli elementi di questo sito internet o dal loro utilizzo (o dall’impossibilità di accedere al sito internet stesso e di utilizzarne gli elementi) o da link che portano a siti internet di terzi. Noi non monitoriamo le pagine collegate al sito internet mediante link e decliniamo pertanto qualsiasi responsabilità per i relativi contenuti e per le eventuali prestazioni ivi offerte. La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
 
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

The material on this website is for information purposes only. Any reference on this Web site to QTLab, the authors, and its affiliated companies should not be construed as an offer or solicitation, directed to residents in jurisdictions where QTLab, by and through any of its affiliates, is not registered to do business. No investment advice or solicitation to buy or sell securities is given or in any manner endorsed by QTLab or any of its affiliates. Charts created using TradeStation. ©TradeStation Technologies, Inc. All rights reserved. No investment or trading advice, recommendation or opinions is being given or intended. Past performance, whether actual or indicated by historical tests of strategies, is no guarantee of future performance or success. There is a possibility that you may sustain a loss greater than your entire investment; therefore, you should not invest or risk money that you cannot afford to lose. For further details please read the "Condizioni di Utilizzo" to see the full set of terms and conditions.

 

www.ForexAcademy.it      -        www.OptionsAcademy.it       -        www.FuturesAcademy.it       -        www.TradingSystemAcademy.it