Le dimensioni (sui Futures) contano!

La sfoglio tutti i mesi in una delle pagine finali di una rivista a cui sono abbonato, e ogni volta mi riprometto di pubblicarla in qualche articolo perchè la ritengo interessante per quanti operino in Spread con diversi Futures, ma anche semplicemente per chi operi in maniera più classica con un singolo contratto Futures e voglia conoscere meglio le dimensioni di ciò che sta muovendo.

Le due colonne che ci interessano di più sono la prima (con il nome del contratto Futures) e la quinta (con l'indicazione del numero di contratti da impiegare per ottenere potenzialmente lo stesso profitto in termini monetari e considerando la Volatilità di ogni singolo strumento).

futures

Se il Futures sul 30 Day Fed Funds è a 1, il DAX è a 3,  l'EuroStoxx a 10, il Mini SP500 a 10 ed il Crude Oil a 4. Non significa, quindi, che esista una equivalenza in termini di controvalori in dollari fra questi contratti quando pesati in questo modo... E' però l'equivalenza che si ottiene se pesati per controvalore e volatilità.

...l'ultima colonna? riporta intermini comparati la liquidità di ogni contratto... ;-)

Buon Trading

Luca Giusti