Vendere Opzioni su un Breakout

Sono decine le figure documentate in analisi tecnica la cui evoluzione prevede proprio un breakout di un determinato livello dei prezzi: pensiamo a figure di inversione come  dei doppi massimi e doppi minimi, con il breakout della sella, oppure all’1-2-3 di Joe Ross con il breakout del livello 2, o ancora ad un triangolo, con il breakout di uno dei due lati… e chi, almeno una volta nella sua vita, sia entrato su un breakout, conosce bene tutti i problemi legati ad un ingresso in quelle condizioni: in primis lo slippage che è una costante in un movimento di rottura di un livello importante, ma, non da ultimo, la possibilità che si tratti di un finto breakout, ritrovandosi così vittima di una caccia agli stop perpetrata “ad arte” dalle mani forti.

Quest’ultima ragione spesso porta molti operatori a lavorare sempre in fading, ovvero mettendosi short sul breakout rialzista, e puntando proprio sul fatto che nelle prime battute questa rottura sarà seguita da un movimento opposto (tale prassi andrebbe comunque validata strumento per strumento, in quanto esistono mercati che rispondono bene a logiche di fading, ma altri che invece rispondono bene a logiche di breakout e su quest’ultimi sarebbe poco consigliabile non assecondarne la tendenza operando contro la rottura).

Aggiungo che, talvolta, un movimento opposto alla direzione del breakout definisce un setup di ingresso nella direzione opposta: se pensiamo all’1-2-3 High di Joe Ross, una finta rottura rialzista del punto 2 e la discesa dei prezzi fino alla rottura del minimo nel punto 1, definisce una condizione di ingresso a ribasso in continuazione del trend.

Come poter operare, quindi, in presenza di una figura di inversione, tenendosi al riparo dai finti breakout che potrebbero manifestarsi? Vendendo Opzioni

A causa del meccanismo di calcolo dei margini (differente in America fra Opzioni su Futures e Opzioni su Azioni o Indici) questa tecnica andrebbe riservata alle Opzioni sui Futures, dove la Vendita Naked di Opzioni richiede un impegno di capitale inferiore rispetto alle corrispondenti opzioni su indici e comunque sempre su mercati dove il sottostante scambia in continuo (come accade per molti futures al Globex). Prendiamo, ad esempio, il future sull’Oro, che dopo il sell off di metà aprile ha ritracciato circa metà del movimento e adesso sta congestionando in un range di circa 50 punti. Oltre a questi livelli statici, ho disegnato sul grafico una figura che congiunge i due massimi e i due minimi (perfettamente allineati) e quella che potrebbe essere una evoluzione ribassista di questa figura se dovessimo assistere al breakout di 1440 (se dal grafico Daily scendiamo su un time frame più basso, risulta ancora più evidente).

Come accennavo poco sopra, entrare short su un breakout di un livello come questo, che tutti gli operatori stanno tenendo d’occhio potrebbe esporre non solo a slippage consistenti ma soprattutto ad un movimento di finta rottura che potrebbe riportare i prezzi all’interno di quest’area di congestione, magari fino a sopra a 1480 (ovvero il terzo massimo, più basso dei primi due) per fare scattare tutti gli stop di quanti si fossero messi a ribasso proprio su questo breakout.

Una maniera alternativa per operare su questo breakout potrebbe invece essere quella di vendere un’opzione Call strike 1500 (più liquida) o anche 1510 (scelta più “cautelativa”) sulla scadenza di Giugno (18 giorni nel momento in cui sto scrivendo) e seguirne l’evoluzione. Lo scenario più favorevole, ovvero un movimento a ribasso, porterebbe questo premio (di circa 8 punti per lo strike 1500, ovvero 800 usd per ogni contratto) a deprezzarsi molto rapidamente, consentendoci di riacquistarlo, già in area 1400, per circa uno o due punti.

Uno scenario di finto breakout, con rientro dei prezzi all’interno del canale, sarebbe comunque uno scenario favorevole dato che il premio di una opzione venduta tende ad erodersi al passaggio del tempo (ed in questo caso, registriamo un Theta, ovvero una erosione di tale premio, intorno ai 40 usd al giorno)… ma arriviamo al terzo scenario, ovvero quello apparentemente meno favorevole dei tre possibili: una rottura a rialzo di 1485 subito dopo una finta rottura a ribasso.

Un movimento di questo tipo determinerebbe un completo rovesciamento dell’analisi iniziale, e il breakout rialzista di questa congestione dovrebbe portarci a girare subito il delta della nostra posizione da ribassista (una Call venduta) a rialzista… in che modo?

Comprando il Future sottostante non appena avessimo avuto una conferma del breakout rialzista, e “girando” in questo modo il delta della posizione da ribassista a rialzista. E’ per questa ragione che abbiamo scelto come strike 1500 o 1510, invece di 1485: questi 20 punti ci permettono di attendere e verificare la “bontà” del movimento di rottura a rialzo, ed intervenire prima che il sottostante arrivi a minacciare llo strike dell’opzione venduta.

Contestualmente all’ingresso long con il Future (in difesa della Opzione Call venduta), si andrà a vendere una opzione Put con strike subito sotto il nuovo minimo fatto segnare in corrispondenza del finto breakout ribassista (che dovrebbe permetterci di incamerare un premio di almeno 5-6 punti).

Un movimento rialzista in uscita da questo trading range, avrebbe come target grafico area 1550: così prossimi ormai a scadenza, questi 50 punti di valore intrinseco sull’opzione Call venduta dovrebbero bastare per ridurre ad un punto o due il valore estrinseco del premio e consentirci di ricomprare l’opzione e chiudere la posizione sul future… e con quale bilancio?

Il premio dell’opzione Call quando l’abbiamo venduta era fatto solo di valore estrinseco: tale valore estrinseco si è quasi azzerato, e rappresenta il nostro profitto su questo contratto. Questa opzione scambia però adesso ad un premio decisamente maggiore rispetto a quando l’avevamo venduta, a causa del valore intrinseco (è ITM e prossima a scadenza) ma tale valore intrinseco è esattamente compensato dal profitto maturato sulla posizione long future fatta scattare in difesa nel momento che i prezzi hanno superato lo strike dell’opzione (successivamente al breakout rialzista).

Questi 50 punti di valore intrinseco nel premio della opzione, saranno quindi esattamente bilanciati dai 50 punti di profitto sul Future fatto scattare in difesa di questa opzione venduta… ma dobbiamo anche conteggiare il profitto pari al premio incassato sulla put (ormai azzerato, quindi interamente monetizzato), con un risultato finale nell’ordine di un profitto di almeno una decina di punti.

… e se dopo che il Future è entrato long, in difesa della Call venduta, ritorna indietro? Si fa scattare uno stop loss sul Future (che va sempre messo in macchina ne momento dell’ingresso long), ma con i prezzi che si sono riportati all’interno del range all’esterno del quale continuano a stazionare le nostre opzioni vendute (in una strategia che adesso prende il nome di Short Strangle), pronti a rientrare con il Future in difesa qualora dovesse innescarsi un nuovo movimento di breakout rialzista o ribassista.

Dopo che l’opzione è stata venduta, questa strategia permette di poter impostare tutti i propri ordini direttamente in piattaforma, senza la necessità di seguire momento per momento cosa succede ai prezzi del sottostante ed eliminando ogni componente di giudizio discrezionale nel corso della vita della posizione. E’ fondamentale definire aspetti quali l’entità dello stop sul future di cui si accennava poc’anzi, o “quanto” all’esterno del range andare a vendere le opzioni, ma la meccanicità di questo approccio rende semplice andare a realizzare backtest ed individuare i setup ottimali da impiegare.

…ma questa è solo una delle strategie che combinano Opzioni e contratto Future insieme in maniera meccanica (e non discrezionale), che approfondiamo nel corso Opzioni+Futures di QTLab, e non solo sull’Oro ma su una ventina di contratti future diversi, sia come natura che come impegno (in termini di marginazione richiesta). E’, infatti, fondamentale comprendere a quali logiche il singolo contratto future risponda meglio, per poter effettuare analisi di tipo previsionale con un edge statistico: questo lavoro può essere effettuato, ad esempio, attraverso dei trading systems creati proprio per questo.

Al corso, che organizziamo ormai ogni due mesi da oltre due anni, vengono presentate:

1)   le tecniche di Long e Short Borrow in Legging,

2)   la creazione di Future Sintetici e Semi Future con le Opzioni

2)   il Covered Writing con i Futures,

3)   Short Strangle e difesa MECCANICA delle opzioni vendute...

e quest'ultima operatività è anche oggetto del servizio Segnali Operativi attivo da diversi anni (e con questi risultati).

...la prossima edizione del corso Opzioni+Futures è domenica 19 Maggio (e per quanti non potessero essere presenti in aula, abbiamo ancora uno slot disponibile per seguirla da casa propria in collegamento video e audio).

Buon trading a tutti

Backtest Opzioni

 

...in libreria!

VideoCorsi

Video Pillole di Analisi del Mercato o di una specifica Operatività, ma anche Video Didattici sull'utilizzo delle Piattaforme di Trading...
VideoCorsi

Articoli

Il commento ad una Operazione, l'Analisi di una Strategia, o semplicemente la descrizione di una Tecnica... questo ed altro nella sezione Articoli.
Leggi gli Articoli

 

Downloads

Materiali Didattici, le Slide proiettate ai Seminari, codici di Trading Systems, Reports e Software: a tua disposizione!
Downloads



Login

Venerdì 31 Marzo

 

Sabato 1 Aprile 

 

10 Strategie (9:30-17:30) 
clicca qui per iscriverti

Diventa Trader!

Il Trading è una professione come tante: si può imparare, richiede impegno, ma prima di ogni cosa, un Metodo, che può essere appreso attraverso la frequenza ad un corso...
Percorso in aula

 

... osservando un Trader e affiancandolo nella sua operatività (Coaching Individuale)... 
Coaching 101

 

... o seguendo l'operatività di Trader più esperti attraverso dei Segnali Operativi inviati real time... 
Segnali Operativi

QT Lab Community

Il Trading può essere un gioco di squadra: lo diciamo per esperienza... perchè da anni i nostri Trader interagiscono in questa Community, analizzano insieme operazioni, e condividono idee e metodologie. Vuoi farne parte? Basta registrarsi...
Entra in Community

 

Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando questo sito e continuando nella navigazione si intende accettata la Privacy & Cookie Policy. Puoi bloccare in ogni momento questa raccolta di informazioni seguendo le istruzioni per configurare il tuo browser, contenute nella suddetta pagina. 

Quantitative Trading LAB di Luca Giusti - e-mail: info@qtlab.ch Tutti i diritti sono riservati. tel: 0041 44 586 68 57

Questo sito Web non è rivolto a persone giuridiche o fisiche appartenenti a giurisdizioni in cui, in virtù della nazionalità, della tipologia di persona, del proprio domicilio o residenza, della sede sociale o per qualsiasi altro motivo, l’accesso allo stesso, la relativa consultazione, la disponibilità, la pubblicazione, come pure la presentazione di servizi finanziari o la commercializzazione di determinati prodotti finanziari dovesse essere vietata o soggetta a restrizioni. Alle persone cui si applicano tali restrizioni è conseguentemente vietato accedere a questo sito internet. Le informazioni e le opinioni contenute nelle pagine del sito internet e nel materiale in esso contenuto non costituiscono in nessun caso un invito, un’offerta, una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita, una richiesta o una sottoscrizione di titoli o strumenti finanziari, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un’esortazione ad effettuare transazioni di alcun genere. Il contenuto del sito internet è stato allestito con la maggiore cura e diligenza possibile. Tuttavia non si fornisce alcuna garanzia circa la correttezza, l’esattezza, la completezza, l’affidabilità o l’attualità dei contenuti proposti. I dati storici relativi ai rendimenti e agli scenari sui mercati finanziari, le prestazioni passate, effettive o indicate da test storici o strategie, non sono garanzia di analoghi risultati futuri. Facendo trading si possono sostenere perdite superiori al proprio investimento iniziale: non si dovrebbe investire o rischiare denari che non si si può permettere di perdere.Per ulteriori dettagli, si prega di leggere le "Condizioni di Utilizzo" nel menù verticale in alto a sinistra. In nessuna circostanza – ivi compresa la negligenza – la nostra società può essere considerata responsabile per perdite e/o danni di qualsiasi natura – sia che si tratti di danni diretti, indiretti oppure consequenziali – derivanti dall’accesso agli elementi di questo sito internet o dal loro utilizzo (o dall’impossibilità di accedere al sito internet stesso e di utilizzarne gli elementi) o da link che portano a siti internet di terzi. Noi non monitoriamo le pagine collegate al sito internet mediante link e decliniamo pertanto qualsiasi responsabilità per i relativi contenuti e per le eventuali prestazioni ivi offerte. La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
 
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

The material on this website is for information purposes only. Any reference on this Web site to QTLab, the authors, and its affiliated companies should not be construed as an offer or solicitation, directed to residents in jurisdictions where QTLab, by and through any of its affiliates, is not registered to do business. No investment advice or solicitation to buy or sell securities is given or in any manner endorsed by QTLab or any of its affiliates. Charts created using TradeStation. ©TradeStation Technologies, Inc. All rights reserved. No investment or trading advice, recommendation or opinions is being given or intended. Past performance, whether actual or indicated by historical tests of strategies, is no guarantee of future performance or success. There is a possibility that you may sustain a loss greater than your entire investment; therefore, you should not invest or risk money that you cannot afford to lose. For further details please read the "Condizioni di Utilizzo" to see the full set of terms and conditions.

 

www.ForexAcademy.it      -        www.OptionsAcademy.it       -        www.FuturesAcademy.it       -        www.TradingSystemAcademy.it